Manutenzione

Il legno è un prodotto naturale ed è pertanto impossibile trovare elementi tra loro perfettamente uguali e di conseguenza identici al campione eventualmente visionato al momento dell’acquisto. Nel tempo il legno subisce viraggi di colore dovuti alla sua naturale ossidazione.

ISTRUZIONI PRIMA DELLA POSA

Conservare le confezioni di tavolato in ambienti asciutti e puliti. Aprire le confezioni solo al momento della posa, assicurandosi che nei locali la temperatura sia di almeno 15°C e che l’umidità relativa dell’aria sia compresa tra i 45% e 65%.
Il piano di posa deve essere: protetto da infiltrazioni di umidità e da formazione di condensa; asciutto, con un contenuto di umidità residua non superiore a 2,0% per massetti cementizi e a 0,5% per massetti di anidride (determinato con apparecchio CM secondo UNI 10329); solido; compatto; rigido; piano e pulito senza formazione di polverosità superficiale. Per la posa su massetti riscaldanti attenersi alle particolari prescrizioni. Per la posa su superfici ceramiche o di marmo preesistenti, effettuare una idonea preparazione delle superfici. Non posare su supporti con residui di vecchie colle.

ISTRUZIONI PER LA POSA

Durante la posa prelevare i listoni da diversi pacchi contemporaneamente per avere una resa cromatica omogenea.
Controllare accuratamente la compattezza e la buona livellatura del massetto nonché l’umidità del sottofondo e dell’ambiente.
Ai lati della stanza bisogna provvedere a lasciare una fessura di circa 10 mm (che viene poi coperta dal battiscopa) per permettere al legno di esercitare la naturali dilatazioni dopo la posa.
La colla non deve essere spalmata ai lati dei listelli bensì sul sottofondo, possibilmente a righe in senso trasversale con una spatola a denti triangolari.
Utilizzare esclusivamente adesivi specifici per pavimenti prefiniti, seguendo le istruzioni del fabbricante. Durante la fase di posa si deve procedere a ripulire subito e senza strofinare il pavimento da eventuali residui di colla. Si raccomanda di non lasciare catalizzare la colla in quanto la rimozione, con ripetuto strofinio della superficie, può provocare danni al pavimento (aloni). A posa ultimata, ripulire tutto il pavimento in modo da non lasciare nessuna traccia di colla o altro.
CONDIZIONI DI POSA E DI MANTENIMENTO DEL PARQUET: UMIDITÀ: 45/65%
TEMPERATURA: 18-22°C

ISTRUZIONI PER L’USO E PER LA MANUTENZIONE

Il legno è un materiale naturale e vivo, perciò esso tende ad acclimatarsi alle diverse condizioni ambientali subendo deformazioni se esse sono innaturali od estreme. Il tavolato in relazione con le sue particolari dimensioni molto grandi in lunghezza e soprattutto in larghezza è sottoposto a possibili rilevanti deformazioni se non conservato adeguatamente.\r\nIl pavimento di legno, se ben mantenuto e rispettato nelle sue caratteristiche, saprà ricompensarvi con un ambiente caldo, confortevole, elegante.
Esso è molto duraturo e permette di essere facilmente rinnovato, dopo molti anni di uso.

Per il suo migliore mantenimento esso richiede alcune precauzioni:
• Conservare nell’ambiente una temperatura di 18°C/+22°C, mai inferiore a +10°C.
• L’umidità relativa dell’aria ambientale deve normalmente essere compresa tra il 45% ed il 65%. Umidità più alta fa dilatare il legno; umidità più bassa lo fa restringere e fessurare. In inverno si consiglia di controllare l’umidità: se troppo secca, fare uso di umidificatori d’aria.
• Evitare di caricare con grossi pesi concentrati piccole porzioni di pavimento.
• Nel periodo dopo la posa evitare di coprire con tappeti od altro, allo scopo di evitare stonalizzazioni a causa di localizzata mancata ossidazione alla luce.
• Nel caso di impianto di riscaldamento a pavimento fare attenzione alla taratura dell’impianto, prevedendo una temperatura massima di esercizio del fluido riscaldante di circa + 30°C. La temperatura del pavimento non deve comunque essere superiore ai +27°C, confermando le condizioni dei punti 1 e 2. Le eventuali fessurazioni del pavimento che si sviluppano nel tempo, sono dovute esclusivamente alla progressiva disidratazione (essiccazione) del legno e non sono imputabili a difetto di posa o del prodotto.
• Prevedere all’ingresso dell’abitazione uno zerbino mantenuto pulito, per allontanare dalle suole delle scarpe polvere e particelle abrasive. Prestare attenzione ad eventuali animali domestici.
• Non bagnare, evitare gli spargimenti d’acqua.

ISTRUZIONI PER LA PULIZIA

Trattamento

oliato/verniciato
    • • Il pavimento ha ricevuto un trattamento superficiale protettivo, che se ben curato, manterrà le sue caratteristiche per lungo tempo, preservando il legno dall’usura e dalla sporcizia e ne manterrà nel tempo caratteristiche e bellezza, esaltandone al massimo la naturale venatura del legno e protegge il pavimento dalle aggressioni esterne di sporco e umidità.

Pulizia

Pavimento verniciato
    • • Ordinariamente è consigliato rimuovere la polvere con appositi panni attira-polvere, con scopa a frange o con aspirapolvere
      • Abitualmente pulire il pavimento con panno umido e ben strizzato con acqua e detersivo neutro tipo BRT-DET.
      Non usare alcol, ammoniaca o solventi che possano danneggiare la verniciatura.

Manutenzione ordinaria

Pavimento oliato
    • • È consigliabile prevedere uno zerbino all’ingresso dell’abitazione;
      • Pulire abitualmente il pavimento con appositi panni attira-polvere, con scopa o con aspirapolvere;
      • Passati circa 6/8 mesi dalla posa nutrire il pavimento in legno con una mano di cera liquida per pavimenti oliati, da stendere dopo aver pulito in maniera approfondita tutta la superficie. Ripetere tale procedura ogni 10/12 mesi.
      Non usare alcol, ammoniaca o solventi che possano danneggiare l’oliatura.

Manutenzione straordinaria

Pavimento oliato
    • La manutenzione straordinaria dei pavimenti oliati si può rendere necessaria quando il parquet viene graffiato, oppure non vengono rispettate le procedure di manutenzione ordinaria. Nel caso in cui il pavimento oliato presenti un’usura anomala si rende necessario ripristinare il parquet. Prima di tutto il pavimento deve essere lavato accuratamente, per poi procedere con la stesura di un nuovo strato di olio. Una volta che l’olio sarà completamente essiccato si può procedere alla ceratura finale.
      Per la manutenzione del parquet oliato si consiglia l’uso di cere liquide: tali prodotti risparmiano le fasi di lucidatura in quanto contengono già delle particolari sostanze naturali che funzionano da autolucidanti.

Pulizia

Pavimenti laminati
    • Il pavimento in laminato è facile da pulire, perchè la polvere e lo sporco non si attaccano alla superficie. Per una manutenzione giornaliera basta l’aspirapolvere o un panno appena umido. Utilizzare detergenti neutri e specifici per la pulizia di pavimenti laminati. È sconsigliata la pulizia ad acqua dato che potrebbe causare danni permanenti al pavimento.
      Attenzione a non utilizzare in nessun caso apparecchi di pulizia a vapore perchè la superficie potrebbe danneggiarsi.

Pulizia

Decking Wpc Vepal
    • Per mantenere il Decking Wpc bello e pulito si consiglia di utilizzare acqua con l’aggiunta di sapone neutro, senza adoperare ulteriori prodotti particolari. Qualora si rendesse necessaria una pulizia più profonda è inoltre possibile utilizzare della candeggina diluita, con l’accortezza di risciacquare abbondantemente il pavimento dopo l’uso.